Genitori sono in arrivo le prime “tagesmutter” apuane. Come si è già verificato in diverse  regioni italiane che hanno recepito la legge 285 del 97 e le nazioni del Nord Europa, anche la Provincia di Massa Carrara, la prima in Toscana, ha attivato un innovativo e moderno percorso per “formare” la figura professionale delle mamme di giorno. Figure che fino ad oggi non erano contemplate nel vocabolario dei genitori che avranno invece ora l’opportunità di affidare ad operatrici qualificate i propri figli sia per l’intera giornata che per alcune ore,  magari anche solo quel lasso di tempo necessario per fare la spesa.  La figura della tagesmutter nasce non a caso nel Nord Europa e nelle regioni Italiane del Nord, per rispondere in modo costruttivo alle esigenze delle piccole comunità, ma si colloca bene anche in realtà come quelle lombarde o del lazio, proprio per la sua dimensione educativa familiare, legata al quartiere, e dunque per dare alle famiglie la possibilità di un servizio qualificato “sotto casa”.

Il pionieristico progetto di Cna Massa Carrara e del suo Centro Servizi per la Formazione (info su www.csa-ms.it) risponde così alle esigenze evidenti delle famiglie, ed in particolare modo a padri e madri alle prese con orari di lavoro e vita professionale complicata, ma anche alle sempre più lunghe liste di attesa degli asili comunali. Secondo Cna sono oltre 200 i bambini in lista per accedere ai servizi degli asili a livello provinciale; bambini che le famiglie sono costrette ad affidare ai nonni, quando c’è la possibilità, oppure a baby sitter occasionali trascurando tutti gli aspetti educativi. Un altro aspetto da non trascurare è l’assistenza a genitori single, sopratutto padri anche separati, che hanno l’opportunità di confrontarsi con figure femminili adeguatamente preparate cui affidare la  cura dei propri figli.

“La  tagesmutter – spiega il responsabile del polo formativo Cna Massa Carrara , Roberto Valle Vallomini – può così supportare il ruolo della pubblica amministrazione, in maniera privata, integrandosi senza sosituirsi agli asili nido ed alle scuole dell’infanzia, un servizio per e con le famiglie cui affidare la cura e l’educazione dei propri bambini a persone competenti con orari flessibili e soprattutto in ambienti accoglienti ed a norma di legge”. Sono già 15 le neo tagesmutter che hanno superato sia  il percorso che l’esame ed avranno ora l’opportunità di costruirsi un percorso professionale. “Con questo percorso – conclude Valle Vallomini – le prime 15 corsiste hanno gli strumenti per realizzare, anche all’interno della propria casa un servizio adeguato dove poter ospitare 5 bambini da 0 a 6 anni. Quello che cambia fondamentalmente rispetto agli asili tradizionali è la possibilità di avere una dimensione domestica, calda ed accogliente, gestita da persone adeguatamente formate che collaborano in rete, attraverso progetti educativi mirati ed individulizzati ma supervisionati da un coordinatore pedagogico”.

Ecco i nomi delle giovani “mamme di giorno” a cui è possibile affidare i propri bambini: Valentina Benassi, Francesca Bandinelli, Roberta Biagi, Simona Bientinesi, Daisy Bozza, Debora Cuciniello, Ilaria Di Paola, Elisa Dimartino, Melissa Gatti, Laura Lucchesi, Antonina Martorana, Sara Pavone, Paola Profili, Maria Piera Ratto, Valentina Tonarelli.

Le iscrizioni al  prossimo corso di formazione scadono il 15 gennaio 2012, avvio lunedì 30 gennaio.

Per informazioni: Responsabile Roberto Valle Vallomini, tel. 0585852971 – mail formazione@csa-ms.it o consultare il sito www.csa-ms.it