Operazione “Carrozzeria Trasparente” per garantire standard di riparazioni a regola d’arte, una gestione dei sinistri svincolata dallo strapotere delle compagnie di assicurazione ed una corretta informazione su cosa un’automobilista deve sapere prima di stipulare (e firmare) un contratto assicurativo. L’obiettivo? Evitare le postille sempre più letali, e sempre più vincolanti, che estromettono l’automobilista da qualsiasi possibilità di scegliere a quale carrozzeria affidare la propria vettura in caso di sinistro (indennizzo diretto) minando così il più evidente dei principi della libera concorrenza.

Scatta anche nella Provincia di Lucca l’operazione che porterà, nel giro di pochi mesi, all’adesione di circa un migliaio di carrozzerie a quella che sarà la più grande rete di carrozzerie indipendenti dal circuito assicurativo della Toscana. Il network di carrozzerie è stato presentato nel corso di un incontro a Viareggio alla presenza di Ivo Bobini Presidente Autoriparatori CNA Toscana, Franco Vichi Coordinatore Regionale CNA Servizi alla Comunità, Marco Gianassi e Marco Interdonato, imprenditori di settore e responsabili del progetto. “E’ la nostra risposta – spiega Bruno Nelli, Presidente Autoriparazioni CNA Lucca – al comportamento, non sempre corretto e trasparente, delle compagnie assicurative. L’indennizzo diretto avrebbe dovuto portare benefici a tutta la filiera, dal consumatore che avrebbe dovuto risparmiare, fino alle carrozzerie; è invece successo tutto il contrario. Le assicurazioni sono aumentate esponenzialmente ogni anno, compreso questo, e le carrozzerie sono state progressivamente estromesse dalla filiera”. Possono aderire a “Rete Carrozzeria Trasparente” – iscrizione gratuita – tutte le carrozzerie che non sono fiduciarie hanno contratti di convenzionamento individuali. “La “Rete – spiega Renzo Giannetti, Responsabile Autoriparazioni CNA Lucca – ha un suo marchio di qualità, è aperta a tutte le aziende di carrozzeria qualunque sia la loro appartenenza associativa, ha un potenziale numerico consistente considerate le 1600 imprese presenti nel territorio regionale; fornirà inoltre agli imprenditori aderenti una serie di servizi, dati tecnici e informazioni utili al lavoro”.

La maxi rete di carrozzerie ha un suo regolamento, una carta dei servizi e la forza della modernità del portale www.carrozzeriatrasparente.it che contiene la mappa in continuo aggiornamento delle imprese aderenti oltre a tante altre informazioni. “L‟appartenenza a Rete Carrozzeria Trasparente – precisa Nelli – comporta la condivisione di regole e di obiettivi che in totale trasparenza dovranno essere condivisi e conosciuti da tutti gli attori del settore, carrozzieri, clienti ed anche le stesse compagnie di assicurazione. Con questo innovativo network agevoliamo la libera concorrenza fra imprese e puntiamo sulla capacità e qualità dei servizi offerti e non su particolari sconti o ribassi della tariffa oraria, già fortemente penalizzata rispetto ad altre realtà europee”. Infine una stoccata alle assicurazioni e ai continui aumenti: “L‟indennizzo diretto doveva apportare consistenti risparmi, di fatto non avvenuti, anzi ci sono stati negli ultimi anni aumenti del 15-25% sulle polizze assicurative. Le cause di questi aumenti non sono da ricercare – conclude il Presidente – nei costi della manodopera dei carrozzieri che sono rimasti invariati, ma debbono essere ricercate altrove”.

Per informazioni: segreteria CNA Lucca, tel. 05834301100 –mail info@cnalucca.it