Mappa del sito
Post image for “Turismo, innoviamo il futuro”: CNA Toscana presenta il catalogo “Unusual Tours in Tuscany”

“Turismo, innoviamo il futuro”: CNA Toscana presenta il catalogo “Unusual Tours in Tuscany”

4 Ottobre 2022

Alla tavola rotonda di presentazione presenti l’Assessore Regionale Marras e la Vicesindaca del Comune di Firenze Alessia Bettini

Settanta proposte per vivere la Toscana sotto una diversa prospettiva. CNA Toscana ha presentato quest’oggi a Firenze all’Hotel Lungarno Vespucci 50 il suo catalogo di pacchetti turistici esperienziali “Unusual Tours in Tuscany” edizione 2022 che presenterà ufficialmente a oltre 60 buyers internazionali del TTG di Rimini, la più importante fiera del turismo italiana. Ricordiamo che CNA è fortemente coinvolta nel settore turistico basti pensare che delle 35mila imprese aderenti in Toscana alla Confederazione, ben oltre 4mila fanno parte di questa filiera.
Sono oltre 70 i pacchetti turistici esperienziali presenti nel catalogo che coinvolgono quasi 300 imprese toscane della lunga e ricca filiera del turismo, associate al ‘Sistema Cna’: strutture ricettive – alberghi, B&B, case e appartamenti per vacanze, affittacamere, residence, agriturismo, residenze d’epoca e castelli aderenti all’Associazione Dimore Storiche Italiane sez. Toscana, partner del progetto. Oltre a questi tour operator ed agenzie di viaggio, ristoranti, trattorie/osterie, pizzerie, pasticcerie e cioccolaterie, shopping, centri benessere e termali, artigianato artistico e tradizionale, artigianato agroalimentare, moda e accessori, servizi turistici e noleggio auto e bike, noleggio con conducenti, pullman turistici, servizi alla persona, musei tematici, parchi geologici. Oltre a questi fra gli aderenti anche le professioni turistiche come le guide specializzate e gli accompagnatori, tutti regolarmente abilitati ed in gran parte aderenti al Centro Guide Turismo Firenze e Toscana (l’unica accreditata a livello regionale con oltre 100 guide e accompagnatori).
La creazione del catalogo che si arricchisce ogni anno di nuove esperienze ha coinvolto nove coordinatori territoriali, spesso supportati dai colleghi che si occupano dei vari settori della filiera. “Si tratta di un lavoro impegnativo e corale – spiega Elisabetta Norfini, presidente di CNA Turismo e Commercio Toscana – per selezionare le imprese, scoprirne il potenziale esperienziale per poi condividerlo con coloro che professionalmente sono autorizzati dalla normativa comunitaria recepita a livello nazionale e regionale per la produzione ed organizzazione dei pacchetti turistici. Si tratta di un pool di Tour Operator e Agenzie di Viaggio toscani, associati CNA, e radicati sui vari territori”.
I pacchetti esperienziali propongono forme di turismo lento tra biking tour, trekking, mini crociere sull’Arno, voli in Mongolfiera, il tutto dedicato anche a persone con disabilità. Tutto ciò spesso viene arricchito attraverso un cammino lento per la visita ai laboratori artigianali della ceramica, della lavorazione dell’oro e dell’argento, delle pietre preziose e semipreziose, alla scoperta di tecniche di restauro di opere d’arte o di tessuti, con la possibilità di sperimentare direttamente la creazione di oggetti. Si possono anche visitare manifatture ultracentenarie dove immergersi in rumorose fucine di produzione di tessuti pregiati ancora oggi ricercatissimi e sempre alla moda; laboratori della scagliola che ospitano Musei storici che raccolgono opere originali cinquecentesche o del commisso fiorentino. Senza dimenticare la maestria della lavorazione del cuoio, delle scarpe su misura o della lavorazione della pietra da parte di uno scalpellino per la creazione di magnifiche opere oppure la progettazione e costruzione di un violino. A queste vanno aggiunte numerose opportunità di degustazioni alla scoperta tutti i prodotti tipici toscani che i pacchetti turistici includono nell’offerta.
“Questo catalogo – afferma Luca Tonini, Presidente di CNA Toscana – è un esempio di come fare rete fra imprese fa la differenza per la valorizzazione del territorio ed il consolidamento degli operatori economici che vi operano”.
CNA Turismo e Commercio è protagonista per il rilancio del turismo sui mercati internazionali. I pacchetti turistici proposti dalle imprese della filiera CNA saranno oggetto di trattativa durante i Business Meeting con oltre 300 buyers internazionali.
“Oltre ottocento piccole e medie imprese del turismo italiano, grazie al sistema CNA, si confronteranno direttamente con i più grandi compratori di viaggi internazionali durante i Business Meeting che si svolgeranno nello stand CNA. CNA, insieme al TTG, lancia anche il progetto dei post tour sui territori per accogliere direttamente a casa delle imprese turistiche i principali buyer mondiali per la promozione delle destinazioni amatissime dai turisti internazionali, che hanno reso l’Italia e le sue regioni, compresa la Toscana, tra le destinazioni più visitate al mondo. Tour esperienziali e di spessore – afferma Marco Misischia, Presidente nazionale CNA Turismo e Commercio – per una proficua promozione turistica del nostro territorio. Un’opportunità irripetibile per la piena riconquista dei mercati internazionali”.
“Un bel lavoro che sicuramente contribuirà a fortificare l’offerta turistica Toscana – commenta Leonardo Marras, Assessore all’economia e al turismo della Regione Toscana –. Il valore aggiunto sta nel fare rete che, come spesso ho detto, è l’unica via per crescere: mettere insieme imprese, anche di comparti differenti, per costruire proposte turistiche originali ed in linea con le politiche regionali di promozione e valorizzazione di territori ed esperienze”.
“L’estate 2022 ha segnato una rinascita post pandemia per la nostra città anche sotto il fronte del turismo – conclude la vicesindaca e assessora al Turismo di Firenze Alessia Bettini. Firenze e il suo territorio si confermano attrattivi non solo grazie allo straordinario patrimonio artistico e culturale, ma anche per una capacità di reinventarsi sotto nuovi e diversi punti di vista, sicuramente grazie anche al lavoro di tante realtà imprenditoriali capace di elaborare proposte di qualità. Il focus dell’incontro di oggi ben riassume le sfide che abbiamo davanti, ci ricorda quanto l’innovazione e il territorio siano legati, perchè l’innovazione nasce dalla tradizione, è un passato riletto alla luce delle potenzialità future. Amministrare una città come Firenze significa trarre spunto e insegnamento dalla storia e dalla tradizione, ma avere il coraggio dell’innovazione, del cambiamento, anche in chiave turistica”.

Per maggiori informazioni sui pacchetti turistici consultare il sito www.turismoecommercio.cna.it

Previous post:

Next post: